PARROCCHIA
S. MARIA REGINA
Via Favana - Busto Arsizio

 


Anno 2001
Numero 6 - Aprile 2001

INSERISCI LA TUA EMAIL
NELLA CASELLA SOTTOSTANTE E
RICEVERAI IL TASSELLO
DIRETTAMENTE NELLA TUA MAILBOX

 


Fare gli auguri di Pasqua non ?come farli a Natale. In quella festa piena di neve, con musiche e luminarie, veniva quasi spontaneo rivolgere a tutti, credenti o indifferenti la stessa parola: "Auguri". A Pasqua ?un po' diverso, vuoi perch?manca una certa atmosfera, vuoi perch?i giorni che la precedono non sono molto festosi. La vicinanza con la primavera sfuma i colori delle feste pasquali togliendo le tinte calorose del mese di di
cembre. Forse a Pasqua va accettata la povert?di un augurio che esce senza regali, senza particolari festeggiamenti. Il famoso proverbio: "Pasqua con chi vuoi", inoltre, rende differente la giornata. Sta di fatto che c??meno trasporto di cuore. E poi ?diversa la ricorrenza: un conto ?una nascita e un conto ?una morte anche se finisce in resurrezione. Lasciamo comunque che questo augurio giri tra di noi. E? bello augurare a tutti di passare una buona giornata, sperando che l'altro esca fuori da una sua situazione di male, di errore, di fastidio. Ben venga allora un augurio di questo tipo, perch??quello... che tutti vorrebbero sentire. Vorremmo infatti togliere ci?che non va, eliminare quello che rallenta il nostro passo. Giunga, con questo spirito, il nostro saluto in tutte le case.

Sito ottimizzato per Internet Explorer 4+ 1024x768
Redazione Web: don Sergio, Achille, Dario

Gli accessi al sito